L’importanza della colonscopia. Farla e farla bene per una tempestiva diagnosi

Intervista Jacopo Murzi, General Manager Business Unit Italia Alfasigma


Secondo gli ultimi dati de “I Numeri del cancro 2020” a cura di Aiom (Associazione Italiana di Oncologia Medica), Airtum (Associazione Italiana Registri Tumori), Siapec-Iap (Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citopatologia Diagnostica), con 43.702 casi registrati in un anno, di cui 23.400 tra gli uomini e 20.300 tra le donne, il tumore del colon-retto rappresenta il secondo tumore più frequentemente diagnosticato in Italia.

Per questo motivo, una diagnosi precoce e una presa in carico tempestiva diventano prioritari per una migliore qualità di vita delle persone e per una più efficiente gestione di eventuali patologie riscontrate.

Ed è per rispondere a questo bisogno che Alfasigma ha promosso la campagna di sensibilizzazione “ti spiego la colon”, sviluppata con la consulenza scientifica di due gastroenterolog: Lorenzo Fuccio, professore di Gastroenterologia presso la Facoltà di Medicina dell’Università dell’Unità Operativa di Gastroenterologia del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna, e Carlo Fabbri Direttore UOC Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Ospedale G.Morgagni-L.Pierantoni, Azienda U.S.L. Romagna Forlì-Cesena.

La campagna è incentrata su una serie di strumenti: il cartone animato che spiega come ci si prepara alla colonscopia, il sito web dedicato https://www.tispiegolacolon.it/, un programma di video trasmissioni in diretta su Facebook dedicate al tema con un panel di Specialisti che rispondono alle domande più ricorrenti e una pagina Facebook di campagna sempre aggiornata. In pochi giorni questa iniziativa ha già raggiunto un numero sorprendente di utenti: 25.000 accessi al sito web e più di 3.000 visualizzazioni delle singole dirette Facebook. A conferma che il tema dello screening per patologie come quella del tumore colon-retto è sempre più attuale e desta l’interesse dell’opinione pubblica.

A sottolinearlo anche Jacopo Murzi, General Manager della Country Italia di Alfasigma, che evidenzia da un lato l’importanza che hanno le campagne di sensibilizzazione e dall’altro i frutti che porta la collaborazione tra aziende e medici, nell’interesse dei pazienti e delle comunità:

Perché questa campagna?

In generale ritengo molto importante sensibilizzare l’opinione pubblica sulla colonscopia e campagne come quella di ‘Ti spiego la colon’ sono fondamentali soprattutto in un momento come quello attuale. Durante la pandemia molte persone sono state limitate nell’accesso a esami quali la colonscopia e ora è imprescindibile ripartire e tornare a prevenire questo tipo di patologia portando l’attenzione pubblica su queste attività diagnostiche, che vanno incoraggiate e spiegate bene”.

Infatti per una colonscopia di qualità occorre anche una preparazione di qualità una preparazione inadeguata infatti potrebbe permettere che lesioni clinicamente rilevanti passino inosservate e, di conseguenza, renderebbe necessario ripetere l’esame. Sul sito di Ti Spiego la Colon viene appunto spiegato come prepararsi ad una colonscopia che sia efficace.

Di recente Alfasigma ha acquisito la licenza per Lumeblue, un prodotto che viene utilizzato proprio per la colonscopia. Come si inserisce Lumeblue nel panorama della colonscopia?

Si tratta di un prodotto addizionale nel portfolio di soluzioni che Alfasigma porta in endoscopia e colonscopia e che permette di migliorare la capacità diagnostica. L’innovazione di Lumeblue e la sensibilizzazione sulla colonscopia insieme sono due ingredienti chiave per la lotta al secondo tumore più frequentemente diagnosticato in Italiaprosegue Jacopo Murzi -. Questo prodotto, infatti, incrementa in maniera statisticamente significativa l’identificazione di adenomi nel colon. Valore aggiunto sia per i medici che per i pazienti che così possono così avere un risultato ancora più significativo. Le procedure richiederanno qualche mese a livello regolatorio, ma entro la fine dell’anno dovremmo essere in grado di renderlo disponibile per gli operatori sanitari al fine di diagnosticare meglio e prima i pazienti”.

Quali sono le aree specialistiche su cui Alfasigma si sta focalizzando?

“Da parecchi anni Alfasigma ha consolidato la sua expertise su alcune aree terapeutiche come l’ambito gastrointestinale, il vascolare, l’ortopedia, la cardiologia e la ginecologia. La gastroenterologia è uno dei pilastri storici su cui l’azienda è stata costruita e negli anni ha instaurato e curato rapporti speciali con tutti gli attori dell’area terapeutica. In un’ottica di crescita e sviluppo aziendale, Alfasigma sta ricercando nuove soluzioni nell’ambito della gastroenterologia, Lumeblue ne è un primo esempio, ma al contempo sta valutando la possibilità di intervenire in nuove aree specialistiche”.

Prossimo appuntamento sulla pagina Facebook, https://www.facebook.com/TispiegolaColon/ :

Martedì 15.06.21 ore 18.30: Dott. Franco Radaelli – La colonscopia e la gestione delle terapie farmacologiche in corso.