NeuroMAPS vince la V edizione del premio “Le Eccellenze dell’Informazione Scientifica e la Centralità del Paziente”


NeuroMAPS vince la V edizione del premio “Le Eccellenze dell’Informazione Scientifica e la Centralità del Paziente” nella categoria Eventi/Congressi Virtuali.

Si tratta di un’iniziativa promossa dall’Osservatorio Comunicazione Medico Scientifica (OCMS), che si fregia del Patrocinio della FNOMCeO, di SIMG e di Cittadinanzattiva, con il contributo non condizionato di Merqurio e Bhave.

La principale caratteristica del Premio è valorizzare i progetti che hanno generato un reale beneficio per la salute dei cittadini e un decisivo progresso verso l’affermazione della centralità del paziente, affidando la scelta delle eccellenze ai reali fruitori dei messaggi informativi: i medici, cui spetta in concreto la cura dei pazienti.

Il premio ottenuto da NeuroMAPS, progetto supportato in modo non condizionante da Alfasigma, è l’emblema di uno straordinario lavoro di squadra del team Sales, Medical, Marketing che, con il supporto del Congress Management&Corporate Legal Affairs, continuano a rafforzare il ruolo di assoluto protagonista di Alfasigma come partner dello specialista nella terapia del dolore.

VIVA, invece, nominata nella categoria Informazione Scientifica Multicanale, è una piattaforma digitale, un luogo di informazione e di scambio virtuale dedicato alla medicina vascolare le cui stanze ospitano simposi, dibattiti, tavole rotonde, lezioni magistrali e interviste che si susseguono con una frequenza settimanale, sempre disponibili on demand, e che vedono coinvolti i maggiori esperti della materia su tematiche individuate con l’aiuto di un board scientifico indipendente.

​​​​​​​NeuroMAPS – Premio Speciale Eventi/Congressi Virtuali

NeuroMAPS è un progetto supportato in modo non condizionante da Alfasigma che si è concluso a novembre del 2020.

Nell’ambito delle sindromi dolorose croniche, le neuropatie rappresentano una sfida sul piano fisiopatologico, diagnostico e terapeutico, per l’estrema complessità dei quadri clinici, la molteplicità dei meccanismi patogenetici, le difficoltà diagnostiche e di trattamento. Una delle complessità, in particolare, è data dalla multidisciplinarietà che le caratterizza. L’intervento di diverse interpretazioni terapeutiche in funzione del tipo di specialista sulla stessa patologia e, per converso, la necessità di intervento multidisciplinare per patologie con risvolti complessi rendono, inoltre, complicato il diffondersi degli aggiornamenti sulle ultime innovazioni di trattamento.

Da questi presupposti nasce il Progetto NeuroMAPS che attraverso quattro Convegni nazionali (mono-specialistico) e uno conclusivo (multi-specialistico), ha portato 200 clinici (fisiatri, neurologi, ortopedici, terapisti del dolore, neuroradiologi, reumatologi, neurochirurghi) a condividere e definire gli elementi di un Patient Journey Multidisciplinare utile ai medici e ai pazienti.

I temi trattati nell’evento conclusivo (FAD sincrona) hanno, inoltre, illustrato le visioni più avanzate della terapia delle neuropatie compressive, sia essa conservativa o chirurgica, con uno “sguardo” su quanto il prossimo futuro apporterà.

Immagini